PERCHE’ IL NOSTRO LAVORO NON CI PIACE?

PERCHÉ IL NOSTRO LAVORO NON CI PIACE ?

Molte volte ci chiediamo perché il nostro lavoro non ci piace più, ci sono molte risposte in merito; la più semplice è lo stress, ci sono persone che fanno lo stesso lavoro per diversi anni, con gli stessi colleghi, lo stesso datore di lavoro e nella stessa sede.
Magari abbiamo iniziato con entusiasmo ma dopo con gli anni questo entusiasmo è venuto a meno, ma non è veramente un problema, ogni lavoro ha bisogno di motivazione e ottimismo, certe aziende danno degli incentivi ai propri lavoratori, in denaro, o con regali vari, purtroppo non accade sempre ma noi abbiamo un sistema molto bello per aiutarvi, e sinceramente anche noi ci siamo trovati nella vostra situazione.
Il nostro “metodo” per evitare lo stress è coltivare le nostre passioni, coltivare un giardino,

leggere, scrivere, viaggiare, uscire con gli amici e a volte semplicemente rimanere sdraiati sul divano a guardare un bel film per ore.

Oltre al nostro lavoro principale, abbiamo cercato un secondo lavoro per poter svagarci, conoscere altre persone e divertirci; non si guadagna molto ma si ottengono buoni risultati a livello umano.

Facciamo ogni settimana volontariato, perché il dare è anche il ricevere, e questo ci aiuta come “terapia” per evitare lo stress.

Insomma ognuno può cercare ciò che piace di più, ma l’importante è capire “cosa ci sta stressando” e cosa ci piace per poter evitare lo stress, vi assicuro che ci rende persone migliori e ci fa vivere ogni giorno in modo positivo.

Annunci


Categorie:Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

Professoressa Orrù

Latino e Greco per le mie classi del Liceo Dettori di Cagliari fino a settembre 2017; ora anche altro, anche per altri

Jesslan

Una bionda a 88 mph

JSunflower

Segui i tuoi sogni, loro conoscono la strada.

Michela Silvia D'Alessandro Fotografia

"The emotions seen by my eyes"

Stefano Cicchini

Italian Influencer & Instagram Specialist

Diario di una psicopatica sentimentale

Un professionista non se la prende mai con un cretino. Luis Sepulveda

Gabo Serra PH Travel

Ci sono due modi per vivere: uno è viaggiare ed essere felici, l'altro non lo conosco.

hovogliadichiacchiere . . .

cosa c'è di meglio di una bella chiacchierata fra amici?

Storie in punta di righe

fiabe, racconti e ritratti di parole

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

lagendadichiara

working to get out of my comfort zone, or maybe, make it bigger !

tacotacorinbimbim

in alta definizione

Chiavari EMOZIONI tra Caruggi e Portici

Da un'Emozione nasce un Disegno da un Disegno un'EMOZIONE

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

hicetnunc.wordpress.com

La sensibilità è un dono prezioso e raro. Chi è sensibile sente il doppio e in anticipo, sente la pioggia prima ancora che gli cada addosso e sente le urla di chi piange in silenzio, chi è sensibile non ha bisogno di spiegazioni inutili, preferisce un abbraccio muto.

Letture/Lecturas

"Leggere è sognare per mano altrui. /Leer es soñar de la mano del otro " Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine- Libro del desasosiego

dimensioneC

Se apro la porta al mondo, forse qualcuno entrerà

I bit-elloni

Retrogames, Videogames, Console e Retrogaming

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: