GET ME OUT – UN GIOCO

Get me out a Milano.


Più che un gioco è un’esperienza di vita, abbiamo provato quest’esperienza per voi, siamo stati al Get me Out a Milano, in zona ripamonti, dall’esterno il palazzo che ospita questo gioco non dice nulla, sembra veramente un palazzone abbandonato e nasconde ciò che veramente troverete…

A noi ci ha accolto un ragazzo veramente simpatico e disponibile, l’ingresso è molto suggestivo, tante stanze, un corridoio tutto buio illuminato solo da delle candele elettriche, superato il primo impatto si entra in quello che è  “l’ufficio” vero e proprio, si depositano in un piccolo armadietto gli effetti personali quali telefono, portafoglio, chiavi, eccetera…. sì passa alla burocrazia di rito, un paio di firme giusto per l’assicurazione e preso visione del regolamento  si inizia l’esperienza vera e propria…

Veniamo accompagnati da un altro ragazzo che ci spiega molto gentilmente cosa sta per succedere, saremo rinchiusi in una stanza  per un’ora senza possibilità di uscire se non risolvendo alcuni enigmi e rompicapo, ci spiega inoltre che avendo scelto la versione horror non sarà facile uscire…

Entriamo nella stanza e “iniziano le danze”…

Ora, non vi diremo cosa è successo, semplicemente vi consigliamo veramente di provare questa incredibile esperienza molto bella e suggestiva anche l’ambientazione merita una nota positiva, tutto curato nei minimi dettagli, sia per l’allestimento sia per tutta l’atmosfera.

(ragazzi non fateci parlare di più, andateci andateci andateci 😀)

Noi ci torneremo.

Annunci


Categorie:Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

Professoressa Orrù

Latino e Greco per le mie classi del Liceo Dettori di Cagliari fino a settembre 2017; ora anche altro, anche per altri

Jesslan

Una bionda a 88 mph

JSunflower

Segui i tuoi sogni, loro conoscono la strada.

Michela Silvia D'Alessandro Fotografia

"The emotions seen by my eyes"

Stefano Cicchini

Italian Influencer & Instagram Specialist

Diario di una psicopatica sentimentale

Un professionista non se la prende mai con un cretino. Luis Sepulveda

Gabo Serra PH Travel

Ci sono due modi per vivere: uno è viaggiare ed essere felici, l'altro non lo conosco.

hovogliadichiacchiere . . .

cosa c'è di meglio di una bella chiacchierata fra amici?

Storie in punta di righe

fiabe, racconti e ritratti di parole

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

lagendadichiara

working to get out of my comfort zone, or maybe, make it bigger !

tacotacorinbimbim

in alta definizione

Chiavari EMOZIONI tra Caruggi e Portici

Da un'Emozione nasce un Disegno da un Disegno un'EMOZIONE

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

hicetnunc.wordpress.com

La sensibilità è un dono prezioso e raro. Chi è sensibile sente il doppio e in anticipo, sente la pioggia prima ancora che gli cada addosso e sente le urla di chi piange in silenzio, chi è sensibile non ha bisogno di spiegazioni inutili, preferisce un abbraccio muto.

Letture/Lecturas

"Leggere è sognare per mano altrui. /Leer es soñar de la mano del otro " Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine- Libro del desasosiego

dimensioneC

Se apro la porta al mondo, forse qualcuno entrerà

I bit-elloni

Retrogames, Videogames, Console e Retrogaming

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: