Un Week End a Ginevra (terza parte)

Dopo una squisita Cena tipica siamo andati a nanna,

Dopo un bel sonno rigenerante la domenica siamo già svegli e carichi per una nuova avventura, la sveglia suona presto e il tempo di una doccia veloce per le 8:00 eravamo già in strada, destinazione sede delle Nazioni Unite e sede centrale della Croce Rossa,

In mezzo a Ginevra a differenza purtroppo dell’Italia funzionano egregiame, Inoltre avevamo la tessera regalato ci dall’hotel per cui tutti i mezzi pubblici erano gratuiti.

In mezz’ora siamo arrivati aalla sede centrale dell’ONU, molto bella ed affascinante soprattutto perché a noi piacciono molto queste cose, da Ginevra i capi di stati si riuniscono regolarmente per deliberare azioni sul clima o su altri problemi mondiali

L’ingresso del palazzo è molto affascinante in quanto tutte le bandiere degli stati membri ssettano uguali e allineate quasi in formazione di saluto per tutte le macchine ed auto blu che si apprestano ad entrare per “cambiare il mondo”,

Di fronte all’ingresso troviamo la famosissima sedia rotta una scultura che rappresenta monito per tutti i capi di Stato per l’abbandono delle mine antiuomo che ogni anno mietono più di 20.000 vittime nel mondo.

dal 1997, quando la scultura è stata posta qui, la maggior parte dei paesi (tra cui l’Italia) hanno firmato il Trattato di Ottawa, che vieta l’uso, l’immagazzinamento, la produzione e la vendita di mine antiuomo. Tra i non firmatari ci sono invece Stati Uniti, Russia, Cina, India, Israele, Turchia ed ex Yugoslavia.

Dopo questa Breve sosta abbiamo percorso il parco che costeggia tutto il palazzo delle Nazioni Unite con destinazione la sede centrale della Croce Rossa ma nel percorso ci siamo imbattuti nella Statua di Gandhi, messo in posizione di meditazione ricorda al mondo che la non violenza è “l’arma” più efficace per sconfiggere e combattere il nemico

Finalmente è sotto una pioggia battente siamo giunti alla sede della Croce Rossa,

il museo che abbiamo visitato è stato molto bello e interessante perché ripercorre un po’ la storia di questo importantissimo ente, abbiamo potuto vedere come la Croce Rossa lavori a livello internazionale, aiutando dai Prigionieri di guerra ai profughi alle persone scomparse così come l’aiuto nel soccorrere i feriti, indipendentemente dalla razza dall’esercito di appartenenza o dalla diversa cultura.

Terminato di vedere anche questo museo ci incamminiamo Verso il parcheggio salutando Ginevra e promettendo gli che saremmo ritornati presto,

È stato un bel week-end ed una piacevolissima sorpresa per il mio compleanno, non me l’aspettavo proprio (Roberto)

Annunci


Categorie:viaggi

3 replies

  1. Se tornate da queste parti, non perdetevi la bella Annecy (Francia): vicina a un lago, è una città carica di storia. Da Ginevra, è raggiungibile con il treno: non è proprio vicinissima, ma ne vale la pena!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

Professoressa Orrù

Latino e Greco per le mie classi del Liceo Dettori di Cagliari fino a settembre 2017; ora anche altro, anche per altri

Jesslan

Una bionda a 88 mph

JSunflower

Segui i tuoi sogni, loro conoscono la strada.

Michela Silvia D'Alessandro Fotografia

"The emotions seen by my eyes"

Stefano Cicchini

Italian Influencer & Instagram Specialist

Diario di una psicopatica sentimentale

Un professionista non se la prende mai con un cretino. Luis Sepulveda

Gabo Serra PH Travel

Ci sono due modi per vivere: uno è viaggiare ed essere felici, l'altro non lo conosco.

hovogliadichiacchiere . . .

cosa c'è di meglio di una bella chiacchierata fra amici?

Storie in punta di righe

fiabe, racconti e ritratti di parole

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

lagendadichiara

working to get out of my comfort zone, or maybe, make it bigger !

tacotacorinbimbim

in alta definizione

Chiavari EMOZIONI tra Caruggi e Portici

Da un'Emozione nasce un Disegno da un Disegno un'EMOZIONE

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

hicetnunc.wordpress.com

La sensibilità è un dono prezioso e raro. Chi è sensibile sente il doppio e in anticipo, sente la pioggia prima ancora che gli cada addosso e sente le urla di chi piange in silenzio, chi è sensibile non ha bisogno di spiegazioni inutili, preferisce un abbraccio muto.

Letture/Lecturas

"Leggere è sognare per mano altrui. /Leer es soñar de la mano del otro " Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine- Libro del desasosiego

dimensioneC

Se apro la porta al mondo, forse qualcuno entrerà

I bit-elloni

Retrogames, Videogames, Console e Retrogaming

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: