Uccise la moglie condannato a… 4 ANNI

Eh si amici, questa è proprio una sentenza shock.

Giuseppe Varriale uccise la fidanzata Alessandra Madonna 24enne di Melito (Napoli) nel settembre 2017 travolgendola con l’auto.

La donna si era aggrappata allo sportello dell’auto guidata dal suo compagno dopo un litigio legato alla decisione dell’uomo di interrompere la relazione.

La giovane è stata così trascinata per metri per poi rovinare al suolo priva di sensi morì in ospedale in seguito alle gravissime ferite riportate

Qualche giorno fa la sentenza, i giudici lo hanno condannato a 4 anni  per omicidio stradale, durissime le parole dei genitori amareggiati per la sentenza, il padre della vittima, dopo il verdetto, si è scagliato contro il giudice:

“Questa non è giustizia, me l’hanno uccisa due volte”.

Mentre la madre di Alessandra, invece, si è chiusa in una stanza e ha minacciato di lanciarsi nel vuoto. A intrattenerla è stata una cronista di Mediaset a cui la donna ha detto:

“Questa non è giustizia, deve venire il magistrato qui e mi deve chiedere scusa”

Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo o come noi non condividete questa sentenza?

Fatecelo sapere nei commenti

Annunci


Categorie:news

Tag:, ,

3 replies

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Piano Infinito

COOPERATIVA SOCIALE PER LA PROMOZIONE DELLA PERSONA E DELLA SOLIDARIETÀ

L'inquilina del terzo piano

Blog di cinema di Martina Cancellieri

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

Professoressa Orrù

Latino e Greco per le mie classi del Liceo Dettori di Cagliari fino a settembre 2017; ora anche altro, anche per altri

Jesslan

Una bionda a 88 mph

JSunflower

Segui i tuoi sogni, loro conoscono la strada.

Michela Silvia D'Alessandro Fotografia

"The emotions seen by my eyes"

Stefano Cicchini

Italian Influencer & Instagram Specialist

Diario di una psicopatica sentimentale

Un professionista non se la prende mai con un cretino. Luis Sepulveda

Gabo Serra PH Travel

Ci sono due modi per vivere: uno è viaggiare ed essere felici, l'altro non lo conosco.

hovogliadichiacchiere . . .

cosa c'è di meglio di una bella chiacchierata fra amici?

Storie in punta di righe

fiabe, racconti e ritratti di parole

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

lagendadichiara

working to get out of my comfort zone, or maybe, make it bigger !

tacotacorinbimbim

in alta definizione

Chiavari EMOZIONI tra Caruggi e Portici

Da un'Emozione nasce un Disegno da un Disegno un'EMOZIONE

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

hicetnunc.wordpress.com

La sensibilità è un dono prezioso e raro. Chi è sensibile sente il doppio e in anticipo, sente la pioggia prima ancora che gli cada addosso e sente le urla di chi piange in silenzio, chi è sensibile non ha bisogno di spiegazioni inutili, preferisce un abbraccio muto.

Letture/Lecturas

"Leggere è sognare per mano altrui. /Leer es soñar de la mano del otro " Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine- Libro del desasosiego

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: