“The way back” recensione film

Amici quest’oggi vi proponiamo una recensione riguardante un gran bel film, tratto da una storia vera e successivamente dal romanzo “Tra noi e la libertà” scritto da Sławomir Rawicz (protagonista in prima persona della storia raccontata nel film)

(La locandina del film)

Rawicz, un tenente dell’esercito polacco che viene accusato di spionaggio e condannato a 20 anni di lavori forzati presso un gulag siberiano.
Dopo un periodo di prigionia, assieme a sei carcerati, organizza l’evasione dal gulag, che porta questi uomini a percorrere migliaia di chilometri a piedi, attraversando la ferrovia transiberiana e il deserto del Gobi e patendo fame, gelo e malattie, fino ad arrivare in India ed alla libertà.

Riusciranno a raggiungere l’India inglese dopo 6500 km e 11 mesi di cammino.

(Il percorso fatto dai protagonisti del film)

Però dietro ad ogni impresa incontriamo sempre detrattori, infatti secondo un rapporto della BBC, supportato da alcuni archivi sovietici, Rawicz non è mai fuggito percorrendo la via descritta nel suo libro, bensì venne trasportato dai russi in Iran in seguito ad un’amnistia generale di polacchi.

(Sławomir Rawicz scrittore)

Noi sinceramente non sappiamo chi abbia ragione, vi abbiamo promesso la recensione del film e qui ci “limitiamo”:

Un film che racconta la dura vita dei prigionieri di guerra, a volte crudo ma molto realistico che ci ha commosso e ci ha lasciato a bocca aperta fino alla fine, presenta secondo il nostro modestissimo parere alcuni errori come il taglio di alcune scene principali (secondo noi avrebbero potuto dettagliare meglio ad esempio la fuga dal campo di prigionia).

Complessivamente il nostro voto comunque è 9

Veramente consigliato sia dal punto di vista storico sia dal punto di vista “umano” ,
si mostra in due ore di film cosa possa fare la disperazione umana e il sogno di una vita migliore e della libertà.

Annunci


Categorie:viaggi

2 replies

  1. Grazie del consiglio, lo vedrò sicuramente, mi sembra molto interessante !

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Piano Infinito

COOPERATIVA SOCIALE PER LA PROMOZIONE DELLA PERSONA E DELLA SOLIDARIETÀ

L'inquilina del terzo piano

Blog di cinema di Martina Cancellieri

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

Professoressa Orrù

Latino e Greco per le mie classi del Liceo Dettori di Cagliari fino a settembre 2017; ora anche altro, anche per altri

Jesslan

Una bionda a 88 mph

JSunflower

Segui i tuoi sogni, loro conoscono la strada.

Michela Silvia D'Alessandro Fotografia

"The emotions seen by my eyes"

Stefano Cicchini

Italian Influencer & Instagram Specialist

Diario di una psicopatica sentimentale

Un professionista non se la prende mai con un cretino. Luis Sepulveda

Gabo Serra PH Travel

Ci sono due modi per vivere: uno è viaggiare ed essere felici, l'altro non lo conosco.

hovogliadichiacchiere . . .

cosa c'è di meglio di una bella chiacchierata fra amici?

Storie in punta di righe

fiabe, racconti e ritratti di parole

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

lagendadichiara

working to get out of my comfort zone, or maybe, make it bigger !

tacotacorinbimbim

in alta definizione

Chiavari EMOZIONI tra Caruggi e Portici

Da un'Emozione nasce un Disegno da un Disegno un'EMOZIONE

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

hicetnunc.wordpress.com

La sensibilità è un dono prezioso e raro. Chi è sensibile sente il doppio e in anticipo, sente la pioggia prima ancora che gli cada addosso e sente le urla di chi piange in silenzio, chi è sensibile non ha bisogno di spiegazioni inutili, preferisce un abbraccio muto.

Letture/Lecturas

"Leggere è sognare per mano altrui. /Leer es soñar de la mano del otro " Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine- Libro del desasosiego

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: