Recensione museo Sindone

Amici nella nostra gita a Torino essendo Pasqua siamo inoltre stati al Museo della Sacra Sindone, perché ci sembrava un’idea carina festeggiare la Pasqua anche in modo religioso.

Questo inoltre è l’unico Museo in Italia dedicato alla Sacra Sindone (che oltretutto è custodita proprio nel duomo di Torino) l’ingresso a questo museo si trova vicino al comune, forse un po’ troppo anonimo data importanza storica e religiosa per ciò racconta.

All’ingresso veniamo accolti da tre signore molto gentili e probabilmente volontarie e dopo aver pagato il biglietto veniamo accompagnati in una saletta e un filmato di circa 7 minuti ci viene spiegato cos’è la Sacra Sindone, dopodiché ci vengono consegnate le audioguide e la nostra visita inizia…

Ci accoglie la più antica replica della Sindone insieme a dei dipinti del 1600 circa in cui si spiega come si sarebbe “creata” l’immagine impressa sul “telo” e del perché esisterebbe una vista doppia, il fronte ed il retro del corpo di Gesù insieme a questi quadri sono esposti tutti i manifesti delle esposizioni della Sindone dal 1900 a oggi.

Dopo questa introduzione scendiamo tramite una rampa di scala al museo vero e proprio dove viene esposta una raccolta veri e unici oggetti sulla storia della Sindone, di come è “formata” e di come è arrivata fino a noi.

In totale l’avremmo girato in un’ora ma è stata un’ora stupenda, piena di storia e cultura cristiana, ve lo consigliamo sicuramente, ne vale assolutamente la pena.

Ciò che ci è piaciuto di più è come un museo unico nel suo genere possa raccogliere così tanta sacralità e spiritualità ed il rispetto delle persone che lo visitavano era totale, tutti in silenzio e rispettosi per ciò che si osservava e si studiava.

Annunci


Categorie:viaggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

Professoressa Orrù

Latino e Greco per le mie classi del Liceo Dettori di Cagliari fino a settembre 2017; ora anche altro, anche per altri

Jesslan

Una bionda a 88 mph

JSunflower

Segui i tuoi sogni, loro conoscono la strada.

Michela Silvia D'Alessandro Fotografia

"The emotions seen by my eyes"

Stefano Cicchini

Italian Influencer & Instagram Specialist

Diario di una psicopatica sentimentale

Un professionista non se la prende mai con un cretino. Luis Sepulveda

Gabo Serra PH Travel

Ci sono due modi per vivere: uno è viaggiare ed essere felici, l'altro non lo conosco.

hovogliadichiacchiere . . .

cosa c'è di meglio di una bella chiacchierata fra amici?

Storie in punta di righe

fiabe, racconti e ritratti di parole

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

lagendadichiara

working to get out of my comfort zone, or maybe, make it bigger !

tacotacorinbimbim

in alta definizione

Chiavari EMOZIONI tra Caruggi e Portici

Da un'Emozione nasce un Disegno da un Disegno un'EMOZIONE

EmoticonBlu

Mi contraddico? Certo che mi contraddico! Sono grande, contengo moltitudini! (W. Whitman)

hicetnunc.wordpress.com

La sensibilità è un dono prezioso e raro. Chi è sensibile sente il doppio e in anticipo, sente la pioggia prima ancora che gli cada addosso e sente le urla di chi piange in silenzio, chi è sensibile non ha bisogno di spiegazioni inutili, preferisce un abbraccio muto.

Letture/Lecturas

"Leggere è sognare per mano altrui. /Leer es soñar de la mano del otro " Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine- Libro del desasosiego

dimensioneC

Se apro la porta al mondo, forse qualcuno entrerà

I bit-elloni

Retrogames, Videogames, Console e Retrogaming

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: